LA STORIA INFINITA DELLA FABBRICA DI VEDOVE

Schermata 2016-03-01 alle 20.58.03

due giorni fa muore un subacqueo francese sulla Haven
Il sostituto procuratore Alberto Lari ha disposto il sequestro dell’attrezzatura e delle bombole utilizzate dal subacqueo francese e aperto un fascicolo per omicidio colposo disponendo l’autopsia.
Il pm ha incaricato la Capitaneria di effettuare alcuni rilievi e accertamenti sul computer del sub anch’esso acquisito dalla Procura che dovrebbe contenere i dati dell’immersione. Secondo quanto ricostruito, Leonord Dit Stephen, francese di 53 anni era un sub molto esperto e possedeva un super brevetto che gli permetteva di poter scendere fino a 120 metri di profondità.
Naturalmente nessuno parla di che sistema respiratorio usava Leonard,08 e il computer potrà dire molto poco o nulla.
La subacquea sta scendendo verso il basso, scivolando sulla sua stessa merda.
Da quando sono scesi in campo i rebreather è cominciata una epidemia di malori e guarda caso, muoiono sempre subacquei esperti.
In questo sito, che a titolo completamente gratuito v’informa da 12 anni e che ha subito tre anni di vessazioni da parte di uno stalcker (individuato dalla polizia postale), sei attacchi hacker, documentati da aruba.it, potete trovare decine di articoli che vi spiegano ampiamente perché i subacquei muoiono…
Qualcuno credeva che fossimo morti anche noi, invece come l’araba fenice siamo risorti dalle ceneri e ho appena pagato per un altro anno di attività. Ne vedremo delle belle!
il direttore