MUORE IN UN’ IMMERSIONE AL LAGO ROBERTO DELAIDE

Schermata 2016-02-29 alle 17.39.3510

E’ morto ieri pomeriggio, nel corso di una immersione al Lago di Garda, l’istruttore di rebreather Roberto Delaide.
Nell’attesa di ricevere ulteriori notizie sulle circostanze, la redazione di www.marescoop.com si stringe intorno alla famiglia in un caloroso abbraccio.

Immersione fatale: un istruttore di sub perde la vita nel lago
Roberto Delaide aveva44anni ed era uno dei maggiori esperti italiani del settore
Ha lottato per due ore contro la morte. Poi il “suo” lago se
l’è portato via, mentre era impegnato in quella che da passione
si era trasformata anni fa in una vera e propria professione:
l’ immersione subacquea.
Roberto Delaide, 43 anni di Castelnuovo del Garda, era un istruttore di sub. Ed era pure il rappresentante italiano
del Naui, l’associazione internazionale di istruttori.   Delaide
di esperienza ne aveva parecchia.
E ancora non si capisce come possa essere morto per
arresto cardiocircolatorio mentre era immerso nelle acque
di Torri del Benaco. Sono stati degli altri sub che si trovavano
con lui ad avvisare i soccorsi del 118 ieri, quando erano
da pochi minuti passate le 20.   Il corpo di Delaide era immobile,
galleggiava sulle acque del Garda. I soccorsi sono arrivati in
pochi istanti, hanno portato l’uomo a riva e hanno iniziato
la rianimazione. Le sue condizioni erano disperate e non sono
bastate due ore di massaggi cardiaci per farlo rinvenire.   Per
salvarlo.

Gabriele Adelaide è morto verso le 22, in una spiaggia di Torri del Benaco. Intorno i compagni che da sempre fanno immersione insieme a lui.
C’era anche la compagna, disperata e in lacrime. Sarà ora l’autopsia a rivelare le cause dell’arresto cardiocircolatorio, per capire cosa non ha funzionato in quella immersione.
Dell’episodio si stanno occupando anche i carabinieri di Caprino Veronese.

il direttore